0 Elementi

Il libro Bhagavad Gita

Il libro Bhagavad Gita

Tra la vasta letteratura religiosa dell'India, è difficile trovare un libro amato la Bhagavad Gita (Canzone di Dio).

 

Il libro Bhagavad Gita

 

Questo piccolo libro, che in realtà è solo un serie di capitoli nel sesto libro del Mahabharata vasto, probabilmente così popolare perché è una sintesi di entrambi quello dharma ecumenica delle diverse scuole di pensiero indiano.

È per questo che diverse tradizioni, dalla Vedanta, vaisnavismo (vishnuismo), Shivaismo tantrico e altri, hanno abbracciato e interpretati in conformità con le proprie dottrine.

inoltre, grandi personaggi moderni hanno avuto nella più alta stima: Gandhi lo ha chiamata “dizionario spirituale”, Einstein ha elogiato gli ricordare che prima della Gita, il mondo di tutti i giorni sembra superfluo e Aldous Huxley definito semplicemente come “più enunciazione sistematica di evoluzione spirituale e di valore durevole dell'umanità”.

 

Gita

 

La Gita è un poesia sotto forma di dialogo tra Krishna (l'avatar del dio Vishnu) e il guerriero Arjuna, alla vigilia della grande battaglia tra i Pandava ei Kaurava, due clan opposte pur avendo lo stesso sangue, discendenti del grande Re Bharata, il leggendario fondatore dell'India nella tradizione vedica (chiamato anche “Bharata”, “tesoro”).

 

Krishna

 

Krishna, la Persona Suprema (Purushottama), Si presenta come l'auriga e consigliere del principe del Pandava, Arjuna, che mette in discussione la moralità di partecipare a una guerra intestina.

L'autore del testo, come l'intero Mahabharata, è il grande saggio Vyasa, una figura mitica che attribuì molti altri testi sacri, alcune delle quali scritte mille anni prima e un migliaio di anni più tardi, così si crede che ci sono molti “Vyasa” (la parola stessa è sanscrita “compilatore”).

Vyasa avrebbe dettato la sua grande epopea dio Ganesha, l'unico in grado di segnare abbastanza velocemente le sue parole divinamente ispirata.

Mentre Krishna dà motivi per Arjuna il loro dovere duello contro i suoi cugini, impartisce una master class dei metodi dominanti per il rilascio, Stato libero di morte e sofferenza (Moksha).

Questo è il tema fondamentale della Gita.

Nella Gita si può vedere l'essenza che differenzia testi religiosi di India testi esoterici di altre religioni: Questo non è solo un comportamento corretto, diritto di continuare ad adorare divinità, ma è il modo e metodo per raggiungere la divinità.

Tale conoscenza esoterica e arcane è stato appena presentato in modo più chiaro e semplice.

Bhagavad Gita

 

La strada per la divinità

 

Krishna spiega ad Arjuna che Jnana Yoga, il yoga basata sulla conoscenza, nel discernimento della mente che vede che la sua identità non nulla è impermanente ed è identificata con l'Essere.

Ma ancora più alto, sembra suggerire Krishna, E 'il karma-yoga, qualcosa che è appropriato per il contesto in cui viene raccontata la storia: una battaglia tra cugini.

 

karma

 

Karma-yoga è l'azione che segue dovere (dharma) disinteressatamente, senza guardare il frutto dell'atto (sacrificare agire come fondamentale, totale).

Krishna, tuttavia, introduce un terzo metodo che è particolarmente costoso e adatto “Era buio” che si prevede in futuro: L Bhakti-Yoga, il yoga della devozione.

 

L devozione

 

Bhakti-yoga è l'impostazione lode e la cura unipuntual in una divinità personale.

E 'l'unico attaccamento al divino, che coinvolge il distacco dalla propria identità, importanza personale ed in generale il mondo (samsara).

Come se fosse, il devoto sacrifica il suo ego nel fuoco di Dio.

Si può essere interessati:

    2 Commenti

  1. Está muy interesante y en el momento que me encuentro me parece una lectura interesante. Yo vivo en Tenerife

  2. Lindo resumen ,es un libro en sánscrito y son ocho tomos muchas gracias por compartir esto.

recensioni

L'indirizzo email non verrà pubblicato. i campi richiesti sono contrassegnati *

BB1